PART-TIME


Tipologia di lavoro, svolta a orario ridotto rispetto a quello previsto dai contratti collettivi di lavoro, che può essere utilizzata sia nei rapporti di lavoro a tempo determinato, che in quelli a tempo indeterminato. Non esistono limiti di età. Sconti particolari sono riservati ai contratti part-time stipulati al Sud se si assumono giovani tra i 18 e i 25 anni. Favorite anche le assunzioni di donne, precedentemente occupate, che rientrano al lavoro dopo dopo almeno due anni di inattività.

Rispetto alle modalità di svolgimento, il part-time può essere:
- orizzontale, quando l'attività viene svolta con orario ridotto in tutti i giorni lavorativi;
- verticale, se il lavoro è svolto con orario pieno solo in alcuni giorni della settimana;
- ciclico, se l'attività viene prestata solo in alcune settimane o in alcuni mesi dell'anno con orario pieno o ridotto. Il trattamento economico viene calcolato in proporzione all'orario di lavoro. Non è consentito il lavoro straordinario.
Nel caso in cui l'azienda proceda a nuove assunzioni a tempo pieno, i lavoratori a part-time hanno il diritto di precedenza.

Legislazione di riferimento:
- Il part-time viene introdotto con la Legge n. 863/1984
- La Legge n. 451/1994 introduce alcune agevolazioni per i datori di lavoro
- Il Decreto Salvi e il Pacchetto Treu, entrambi del 1997, introducono alcune modifiche.