MENTE-CORPO
Brani antologici


Il problema mente-corpo per Feigl
«Il rompicapo cruciale e centrale del problema mente-corpo, almeno dai tempi di Descartes, consiste nella sfida a fornire un adeguto resoconto della relazione fra le "sensazioni grezze", o ogni altro fatto mentale (intenzioni, pensieri, volizioni, desideri, ecc.), e i corrispondenti processi neurofisiologici. I problemi possono facilmente e chiaramente essere divisi in componenti scientifiche e componenti filosofiche. Il compito scientifico è perseguito dalla psico-fisiologia, cioè da una esplorazione delle correlazioni empiricamente accertabili fra le "sensazioni grezze", le configurazioni fenomeniche, ecc., e gli eventi e i processi dell'organismo, specialmente quelli del sistema nervoso centrale (se non addirittura soltanto della corteccia cerebrale). Il compito filosofico consiste in una chiarificazione logica ed epistemologica dei concetti attraverso i quali noi possiamo formulare e/o interpretare queste correlazioni».
[da Herbert Feigl, "Il problema mente-corpo non è uno pseudoproblema" [1960]; trad. it. in Marco Salucci (a cura di), La teoria dell'identità. Alle origini della filosofia della mente, Le Monnier, Firenze, 2005, pag. 91]

Torna indietro