ALAN TURING

VITA
Alan Turing (Londra, 1912 - Manchester, 1954) si interess˛ inizialmente alla fisica, in special modo quella quantistica, per passare successivamente alla lettura dei lavori di von Neumann.
Nel 1936, ancora studente a Cambridge, pubblic˛ un saggio dal titolo "Sui numeri computabili, con un'applicazione al problema della decidibilitÓ", nel quale espose l'idea di una macchina universale, capace di svolgere diversi tipi di operazioni (macchina di Turing). Rifiut˛ nel 1938 un posto offerto da von Neumann a Princeton e preferý restare al King's College come logico e teorico matematico.
Al sopraggiungere della seconda guerra mondiale, Turing collabor˛ con i servi segreti britannici per decifrare i codici utilizzati dai tedeschi, i quali si servivano della famosa macchina Enigma per codificare i loro messaggi.
Nel 1951 fu nominato membro della Royal Society.
Un po' esuberante e malvisto per le sue tendenze omosessuali nella rigida Inghilterra del dopoguerra, Turing fu arrestato nel 1952 in seguito alla denuncia pervenuta alla polizia circa una sua relazione con un giovane di Manchester. Fu processato e condannato. PotŔ evitare la prigione accettando di sottoporsi a una cura di estrogeni che lo resero per˛ impotente e gli fecero crescere i seni.
Si suicid˛ nel 1954, mangiando una mela che lui stesso aveva avvelenato con il cianuro.


Brani antologici

OPERE

-- Intelligenza meccanica, Bollati Boringhieri, Torino, 1994

-- "Calcolatori e intelligenza" [1950], in Douglas R. Hofstadter - Daniel C. Dennet, L'Io della mente, Adelphi, Milano, 1985, pagg. 61-74


Andrew Hodges, Storia di un Enigma. Vita di Alan Turing [1983], Boringhieri, Torino, 1991

Andrew Hodges, Turing, Sansoni, 1998

Massimo Vincenzi, Alan Turing e la mela avvelenata, Editori Internazionali Riuniti, Roma, 2012

David Leavitt, L'uomo che sapeva troppo. Alan Turing e l'invenzione del computer, Codice, Torino, 2007

M. Cappuccio, Alan Turing: l'uomo, la macchina, l'enigma. Per una genealogia dell'incomputabile, Albo Versorio, Milano, 2006

Numerico Teresa, Alan Turing e l'intelligenza delle macchine, Franco Angeli, Milano, 2005

Ugo Pagallo, Introduzione alla filosofia digitale. Da Leibniz a Chaitin, Giappichelli, Torino, 2005

Guglielmo Tamburini, I matematici e le macchine intelligenti. Spiegazione e unificazione delle scienze cognitive, Mondadori, Milano, 2002

Simon Singh, Codici e segreti, Rizzoli, Milano, 1999

John L. Casti, I cinque di Cambridge, Cortina, Milano, 1998

Massimiliano Cappuccio, L'ereditÓ di Alan Turing. Cinquant'anni di intelligenza artificiale, Albo Versorio, Milano, 1995

Gianni Rigamonti, Turing. Il genio e lo scandalo, Flaccovio, Palermo, 1991


Siti per approfondimenti:

Turing.org
Sito dedicato ad Alan Turing, curato da Andrew Hodges, autore di diversi saggi su Turing.

Turing/Wikipedia
Scheda di Wikipedia su Alan Turing.

Turing/Publinet
Note sulla vita e sull'opera di Alan Turing.

Turing/Mathematicians
Biografia di Alan Turing.

Turing/Biografieonline
Biografia di Alan Turing.

Turing/Windoweb
Pagina dedicata alla vita e all'opera di A. Turing.

Turing/Torinoscienza
Biografia di Alan Turing.

Turing/Unipi
Pagina del sito dell'UniversitÓ di Pisa dedicata a un'introduzione alla "macchina di Turing".

Turing-01/Nemesi
Pagina dedicata alla "macchina di Turing".

Turing-02/Nemesi
Pagina sul test di Turing.

Turing-01/SEP
Pagina della Stanford Encyclopedia of Philosophy dedicata ad Alan Turing.

Turing-02/SEP
Pagina della Stanford Encyclopedia of Philosophy dedicata al test di Turing.

Turing-03/SEP
Pagina della Stanford Encyclopedia of Philosophy dedicata alla macchina di Turing.

Turing-03/SEP
Articolo sul Test di Turing.

Turing/Loebner
Articolo di Alan Turing, "Computing Machinery and Intelligence".

Turing/Pensierofilosofico
Articolo on line: Astro Calisi, "Brevi riflessioni sul test di Turing".

Turing/Sitosophia
Breve articolo on line: Davide Dell'Ombra, "Aspetti filosofico e tecnico della Turing Machine"