KARL POPPER
Brani antologici


La conoscenza "dall'ameba a Einstein"
Lo sviluppo della nostra conoscenza è il risultato di un processo strettamente rassomigliante a quello chiamato da Darwin "selezione naturale"; cioè, la selezione naturale delle ipotesi: la nostra conoscenza consiste, in ogni momento, di quelle ipotesi che hanno dimostrato il loro (relativo) adattamento sopravvivendo fino ad ora nella lotta per l'esistenza; una lotta concorrenziale che elimina quelle ipotesi che sono inadatte. [...] Ciò che è peculiare alla conoscenza scientifica è questo: che la lotta per l'esistenza è resa più dura dalle critiche consapevoli e sistematiche delle nostre teorie. Così, mentre la conoscenza animale e la conoscienza prescientifica si sviluppano per lo più attraverso l'eliminazione di coloro che sostengono le ipotesi inadatte, la critica scientifica spesso fa perire le nostre teorie al nostro posto, eliminando le nostre credenze errate prima che tali credenze portino alla nostra eliminazione.
[Popper, Conoscenza oggettiva, Armando, Roma, 1975, pagg. 346-7]

Torna alla pagina principale