ABRAHAM MASLOW
Brani antologici


Metodi e problemi nella scienza
[C'è oggi la tendenza a ritenere che] l'essenza della scienza risieda nei suoi strumenti, nelle sue tecniche, nei suoi procedimenti, nei suoi apparati e nei suoi metodi, piuttosto che nei suoi problemi, nelle sue questioni, nelle sue funzioni e nei suoi scopi.
[da Abraham Maslow, Motivazione e personalità, Armando, Roma, 1973, pag. 49]

Un esperimento metodologicamente soddisfacente, sia banale o no, raramente viene criticato. Un problema ardito, che sovverte le concezioni in voga, essendo esposto al rischio di non approdare a nulla, viene troppo spesso criticato fino ad essere del tutto squalificato, prima ancora che venga presa in considerazione. In realtà, nelle pubblicazioni scientifiche sembra che la critica consista ordinariamente solo nel criticare il metodo, la tecnica, la logica...
[da Abraham Maslow, Op. cit., pag. 50]

Gli scienziati che sopravvalutano i mezzi, tendono, contro il loro esplicito volere, ad adattare i problemi alle tecniche e non le tecniche ai problemi. Essi hanno la tendenza ad assumere come questione iniziale quella dei problemi che possono essere affrontati con le tecniche e con le attrezzature che posseggono, anziché quella che più spesso dovrebbe essere posta e che dovrebbe consistere nel chiedersi quali sono i problemi più pressanti e più importanti da dedicarvi il proprio tempo.
[da Abraham Maslow, Op. cit., pag. 52]

Torna alla pagina principale