FRANCIS HUTCHESON


Pastore della chiesa presbiteriana scozzese, Francis Hutchenson (1694 - 1746) sostenne l'autonoma dell'etica contro i conservatori che insistevano sulla necessitÓ di una sua necessaria fondazione religiosa.
Il giudizio morale deriva da una facoltÓ naturale dell'uomo che Ŕ in esso giÓ presente a prescindere dalla Rivelazione.
Nella Ricerca sull'origine delle nostre idee di bellezza e di virt¨ Hutcheson sostiene l'idea, giÓ propugnata da Shaftesbury, di un senso morale, il quale consiste nella determinazione della mente a ricevere approvazione e condanna e dalla quale derivano tutte le restanti idee morali.
In Sistema di filosofia morale propone un'ulteriore elaborazione dell'etica del senso morale: tutte le virt¨ sono presentate come manifestazione della benevolenza e viene presentato il principio della massima felicitÓ per il maggior numero possibile di uomini, principio che sarÓ poi ripreso dall'utilitarismo di Bentham.

[Scheda di Adriano Virgili]

-- Ricerca sull'origine delle nostre idee di bellezza e di virt¨ (1725)

-- Sistema di filosofia morale (1755, postumo)


Giovanni De Crescenzio, Francis Hutcheson e il suo tempo, Taylor, Torino, 1968

Valter Bucelli, Valori e conoscenza in Francis Hutcheson, Palermo, 1990

Marco Poalinelli, Sentimentalismo etico e arbitrarismo: note sul carteggio Hutcheson-Burnet, Vita e Pensiero, Milano, 1979


Hutcheson/Filosofico.net
Pagina dedicata a F. Hutcheson

Hutcheson/Newschool
Pagina dedicata a Francis Hutcheson.

Hutcheson/Ulsterhistory
Breve scheda su Hutcheson.

Hutcheson/Thoemmes
Hutcheson e la filosofia morale.