GLOSSARIO della BORSA

Un glossario collocato su Internet ha senso soltanto se fa uso abbondante della sua componente più innovativa rispetto al mezzo cartaceo - l'ipertestualità - che permette sia di chiarire immediatamente il significato di un termine sconosciuto (all'interno del glossario stesso), sia di approfondire determinati temi rinviando l'utente a pagine esterne.
Il Glossario della borsa riportato in questa pagina chiarisce il significato dei termini di uso più comune con cui deve fare i conti chi opera nei mercati mobiliari. Tale glossario è pensato per un'utenza di media preparazione, e quindi non prende in considerazione termini ed espressioni altamente specialistici, che si incontrano solo in contesti operativi molto particolari.

Aex
Indice della borsa di Amsterdam.

After hours
Estensione degli orari delle contrattazioni dopo la chiusura ufficiale della Borsa.

Analisi fondamentale
Contrapposta all'analisi tecnica, studia i dati economici delle singole aziende, paesi e le condizioni generali di mercato per dedurne se la quotazione corrente sia corretta o nel caso lucrare sulla differenza.

Analisi tecnica
Contrapposta all'analisi fondamentale, è l'analisi dell'andamento grafico dei prezzi che ha come scopo quello di determinare il prezzo futuro. L'analisi è condotta utilizzando alcuni indicatori che possono indicare i migliori momenti per entrare od uscire dal mercato.

Atx
Indice della borsa di Vienna.

Aumento di capitale
Incremento del capitale sociale effettuato da una società attraverso l'emissione di nuove azioni o un incremento del valore nominale delle azioni già esistenti. L'aumento di capitale può essere gratuito (se gli azionisti ricevono gratuitamente le nuove azioni) o a pagamento (se agli azionisti viene richiesto il pagamento di un corrispettivo).

Azione
Titolo che rappresenta una quota del capitale sociale di una data società. Essa da diritto a una parte degli utili realizzati dalla società (dividendi) e conferisce il diritto di voto nelle assemblee dei soci.
Le azioni possono essere ordinarie, privilegiate o di risparmio.

Azioni di risparmio
Azioni al portatore che non danno diritto di voto, ma offrono a un dividendo maggiorato rispetto a quello delle azioni ordinarie.

Azioni ordinarie
Azioni che conferiscono il diritto di voto sia nelle assemblee ordinarie che in quelle straordinarie.

Azioni privilegiate
Categoria particolare di azioni, privilegiate nella ripartizione degli utili, ma che danno diritto di voto soltanto nelle assemblee straordinarie.

Benchmark
Indice o composizione di indici che rappresentano un parametro di riferimento per valutare il rendimento dei fondi comuni di investimento.
Dal primo luglio 2000 tutti i fondi devono indicare il benchmark di riferimento, ad eccezione di quelli flessibili.

Beni rifugio
Beni pparticolari che, avendo un valore intrinseco non soggetto a subire svulutazioni di rilievo, costituiscono un ottimo investimento in caso di incertezza congiunturale.
Si considerano beni rifugio: l'oro, le opere d'arte, i gioielli, i diamanti, ecc.

Blue chips
Titoli azionari a maggiore capitalizzazione del mercato borsistico.

BOT
Abbreviazione di Buoni Ordinari del Tesoro, titoli emessi dal Tesoro con frequenza quindicinale (a metà mese e a fine mese).
Il loro rendimento è dato dalla differenza tra il valore di rimborso (pari al valore nominale) e il prezzo di acquisto.
L'importo minimo che può essere sottoscritto è di 1.000 euro.

BTP
Abbreviazione di Buoni del Tesoro Poliennali: titoli a medio/lungo termine, a tasso fisso e con cedola semestrale, emessi dal Tesoro.

Call
Tipo di opzione che, dietro pagamento di un premio, conferisce al detentore del titolo il diritto (non l'obbligo) di acquistare una determinata quantità del titolo sottostante a un prezzo prestabilito (strike price), entro una data scadenza (tipo americano) o alla scadenza (tipo europeo).

Capitale sociale
E' il totale dei valori nominali di tutte le azioni emesse da una determinata società.

CCT
Abbreviazione di Certificati di Credito del Tesoro. Si tratta di titoli a medio/lungo termine, a tasso variabile, emessi dal Ministero del Tesoro. Il loro rendimento è indicizzato a quello dei BOT, con cedola semestrale.

Cedola
Tagliando unito al certificato azionario od obbligazionario che consente di riscuotere il dividendo o gli interessi relativi al periodo indicato.

Collocamento
Operazione attraverso la quale i titoli vengono messi in vendita sul mercato e acquistati dagli investitori.

Consob
Organismo pubblico che controlla il mercato mobiliare italiano. In particolare, esso ha il compito di:
- vigilare sulla trasparenza dei comportamenti dei soggetti che operano sui mercati borsistici
- controllare l'esattezza e la completezza delle informazioni fornite al pubblico dalle società quotate
- compiere accertamenti per la verifica di eventuali violazioni delle norme in materia di insider trading. [Sito della Consob]

Covered warrant
Opzione che differisce dai normali warrant per il fatto di non essere emessa dalla stessa società che detiene i titoli sottostanti.
I covered warrant consentono quindi di scommettere anche su un ribasso del sottostante (put) e non soltanto su un suo rialzo (call).
Un cw non da diritto alla consegna di azioni o altri titoli, alla data di scadenza, ma alla liquidazione del differenziale tra lo strike price e il prezzo del sottostante moltiplicato per il multiplo (se il risultato è positivo). [Per saperne di più]

CTZ
Abbreviazione di Certificati del Tesoro Zero coupon, titoli a tasso fisso senza cedola (zero coupon) che possono avere una scadenza a 18 o 24 mesi.

Cw
Abbreviazione di covered warrant.

Delta
Evidenzia la variazione del prezzo di un covered warrant al variare dell'attività sottostante. Per i cw di tipo call il delta può assumere valori positivi compresi tra 0% e 100%; per quelle di tipo put il delta assume valori negativi compresi tra 0% e -100%.
Il delta di un cw si calcola secondo la seguente formula:
delta = variaz. prezzo cw / variaz. prezzo attiv. sottost.


Derivati
Strumento finanziari il cui prezzo è legato all'andamento del valore dei beni sottostanti (future, opzioni e warrant).

Dividendo
Parte di utile distribuita da una data società agli azionisti alla fine di ogni esercizio, a titolo di remunerazione del capitale.

Dow Jones
Indice azionario della borsa americana che riunisce i 30 titoli capofila di settore.

ETF
Acronimo di Exchange Traded Fund (fondi scambiati sul mercato azionario). Si tratta sostanzialmente di prodotti finanziari che seguono fedelmente l'andamento di indici finanziari, globali o settoriali.
Gli ETF permettono una diversificazione del portafoglio con un impegno finanziario relativamente ridotto.

FIB
Il FIB 30 è il contratto future sull'indice di Borsa MIB 30.

Fondi comuni d'investimento
Strumenti finanziari costituiti da quote di risparmio gestito. A seconda degli strumenti finanziari utilizzati possono essere classificati in numerose categorie. Le tre principali riguardano i fondi azionari (composti prevalentemente di azioni), obbligazionari (composti prevalentemente di obbligazioni) e bilanciati (costituiti da proporzioni variabili di azioni e obbligazioni).

Future
Particolare tipo di contratto a termine in cui chi lo sottoscrive si assume l'obbligo di acquistare o vendere i beni soggetto al contratto a una data e un prezzo prestabiliti.

Gamma
Misura la reattività del delta di un covered warrant alla variazione del sottostante. Si tratta sostanzialmente un indicatore del rischio.

Insider trading
Abuso di informazioni riservate da parte di soggetti privilegiati per ottenere guadagni illeciti sull'andamento di determinati titoli.

IPO
Acronimo di Initial Pubblic Offering, emissione pubblica iniziale, ovvero la prima offerta di titoli azionari al pubblico da parte di una società.
E' l'equivalente di OPV.

Junk bonds
Titoli obbligazionari ad alto rischio emessi da società (in genere aziende private) collocate ai posti più bassi nella scala della solidità economico-finanziaria, e quindi della solvibilità. I junk bonds offrono un rendimento più alto di altri titoli a reddito fisso.

Mercato ristretto
Mercato in cui vengono negoziate le azioni e i warrant non ammessi al mercato principale poiché non presentano i requisiti necessari

MIB 30
Indice azionario di borsa composto da un paniere delle prime 30 società del mercato italiano per capitalizzazione e liquidità.

MIBTEL
Indice risultante dalla media ponderata di tutti i titoli quotati sul mercato italiano. A inizio di ogni anno viene assegnato ad eso un valore convenzionale pari a 1.000; giorno per giorno il MibTel misura lo scostamento dei prezzi dei titoli da questo valore.

Multiplo
E' la quantità di sottostante controllata da un covered warrant. Ad esempio, se un cw su una data azione ha un multiplo pari a 0,1, vuol dire che ne occorrono 10 per acquistare una unità di quella azione. Costituisce il reciproco della parità.

Nasdaq
Mercato azionario americano dove sono quotate le società a più alto contenuto tecnologico (soprattutto del settore telecomunicazioni e informatico).

Nikkei
Il principale indice della Borsa di Tokio, formato da 255 azioni tra le più contrattate.

Nyse
Abbreviazione di New York Stock Exchange, la maggiore Borsa statunitense.

Obbligazione
Titolo che rappresenta il capitale di debito di una società. Da diritto a riscuotere degli interessi e al rimborso del capitale prestato. La cedola può essere fissa o variabile.

OPA
Abbreviazione di Offerta Pubblica di Acquisto: operazione attraverso cui viene acquisito un quantitativo consistente di azioni appartenenti a una società quotata, al fine di acquisirne il controllo.
La Consob ha fissato al 30% il limite massimo di possesso da parte del socio di controllo, al di sopra del quale diviene obbligatorio il lancio di un'OPA sul residuo flottante.

OPS
Abbreviazione di Offerta Pubblica di Sottoscrizione, offerta di azioni in corso di emeissione per le quali i vecchi azionisti rinunciano all'esercizio parziale o totale del diritto di opzione nell'interesse della società.

OPV
Abbreviazione di Offerta Pubblica di Vendita: offerta di vendita di un pacchetto azionario da parte del gruppo di controllo, effettuata attraverso un collocamento pubblico.

Opzione
Contratti finanziari che conferiscono al compratore il diritto (ma non l'obbligo) di acquistare o di vendere una quantità definita di un'attività finanziaria (azioni, obbligazioni, indici di borsa, tassi di interesse, futures, valute, materie prime, merci, prodotti agricoli) a un prezzo determinato a o entro una specifica data.

Parità
E' il numero di covered covered warrant per controllare una unità del bene sottostante. Rappresenta il reciproco del multiplo.

Price earning
Rapporto tra il prezzo di un'azione e l'utile per azione su base annua. Il p/e rappresenta il prezzo che gli investitori sono disposti a pagare per ogni lira di utile prodotta dalla società. Le azioni con p/e basso sono giudicate convenienti dal punto di vista dell'analisi fondamentale, poiché il loro valore reale risulta superiore al prezzo.

Put
Tipo di azione che, dietro pagamento di un premio, conferisce al detentore del titolo il diritto (non l'obbligo) di vendere una determinata quantità del titolo sottostante a un prezzo prestabilito (strike price), entro una determinata scadenza (tipo americano) o alla scadenza (tipo europeo).

Rating
Esprime il grado di rischio relativamente alla situazione finanziaria di soggetti "debitori" (nazioni, istituzioni internazionali, società private) rilasciate dalle agenzie di rating.

Resistenza
Termine utilizzato nell'ambito dell'analisi tecnica per indicare la zona dei prezzi in cui la tendenza al rialzo di un titolo rallenta o inverte la direzione.

S & P 500
Uno degli indici della Borsa di New York, calcolato sui 500 titoli a maggiore capitalizzazione.

SIM
Abbreviazione di Società di Intermediazione Mobiliare, società autorizzata (Legge 1/1991) che fa da tramite tra l'investitore comune e i mercati mobiliari, rccogliendo ed eseguendo gli ordini di acquisto e di vendita, nonché collocando e distribuendo titoli mobiliari.

Small caps
Azioni delle società a piccola e media capitalizzazione.

SMI
Indice della Borsa di Zurigo.

Sottostante
Termine che indica l'attività a cui fa riferimento un determinato warrant (o covered warrant), che può essere rappresentata da azioni, indici, valute e materie prime.

Stock option
iritto di acquistare un determinato numero di azioni di una società, a un determinato momento, a un determinato prezzo (uguale o inferiore a quello di mercato al momento della concessione dell'opzione). Questo strumento è molto usato come forma d'incentivazione per i dipendenti di una società, in particolare per i dirigenti.

Strike (price)
Detto anche prezzo d'esercizio, rappresenta il prezzo al quale il detentore di un warrant può acquistare (call) o vendere (put) l'attività sottostante.

Supporto
Termine utilizzato nell'ambito dell'analisi tecnica per indicare la zona dei prezzi in cui l'andamento al ribasso di un titolo rallenta o inverte la direzione.

Switch
Operazione con la quale si passa da un fondo a un altro appartenente alla stessa società di gestione. Può essere gratuito o a pagamento.

Terzo mercato
Mercato non ufficiale in cui vengono contrattati titoli non quotati, quelli in attesa di essere quotati e quei blocchi di titoli quotati che non hanno trovato una contropartita in borsa.

Theta
Misura il decadimento del prezzo di un covered warrant al trascorrere del tempo verso la data di scadenza.

Trading on line
Attività di negoziazione (acquisto e vendita) di titoli e altri strumenti finanziari (azioni, titoli di stato, obbligazioni, warrant, opzioni, futures) per mezzo di un computer collegato a Internet.
I vantaggi del trading on line sono rappresentati dalla velocità nella esecuzione degli ordini e dai costi, molto contenuti, delle commissinoni di intermediazione.

Volume
Quantità di scambi registrati su un titolo o su un mercato. E' un parametro molto importante per l'analisi tecnica in quanto l'aumento dei volumi nella direzione del trend conferma la tendenza in atto.

Warrant
Strumento derivato, quotato nei mercati borsistici primari, che conferisce il diritto di comprare o vendere una determinata quantità di denaro o altra attività finanziaria a condizioni prefissate e a (o entro) una data stabilita.
[Per saperne di più]

Xetra
Indice della Borsa di Francoforte.