ANTONIO DAMASIO
Brani antologici


Il ruolo dei sentimenti
[Per coordinare l'enorme numero di funzioni corporee dalle quali dipende la vita,] «il cervello deve poter disporre di mappe nelle quali siano rappresentati, istante per istante, gli stati dei diversi sistemi del corpo. [...] E' essenziale conoscere che cosa stia succedendo nei diversi settori del corpo, in modo che determinate funzioni possano essere rallentato, fermate, o innescate, e possano essere effettuate le necessarie correzioni nel controllo dei processi vitali dell'organismo. [...] Le mappe neurali essenziali per il controllo dei processi vitali si rivelano una base necessaria per l'emergere di quegli stati mentali che chiamiamo sentimenti».
[da Antonio Damasio, Alla ricerca di Spinoza. Emozioni, sentimenti e cervello, Adelphi, Milano, 2003, pagg. 213-4]


«Probabilmente i sentimenti comparvero come prodotti collaterali del coinvolgimento del cervello nel controllo dei processi vitali».
[Ma perché il cervello non potrebbe «coordinare i processi vitali ed eseguire le necessarie correzioni fisiologiche sulla base delle sole mappe neurali, senza alcun aiuto da parte dei sentimenti?»
[Antonio Damasio, Op. cit., pag. 214]


«Qual è il vantaggio offerto agli organismi dalla presenza di un livello mentale di elaborazione neurale, vantaggio assente in corrispondenza degli altri livelli?»
[Antonio Damasio, Op. cit., pagg. 215-6]


[I processi che si svolgono a livello neurale sono in capaci di] «risolvere problemi di un certo grado di complessità, ma non vanno oltre; quando il problema diventa troppo complicato - quando richiede un misto di risposte automatiche e di ragionamento o conoscenza accumulata - le mappe non coscienti non sono più d'aiuto; in tali circostanze, i sentimenti si rivelano invece molto utili».
[Antonio Damasio, Op. cit., pag. 215]


«I sentimenti sono necessari in quanto espressione a livello mentale delle emozioni e di ciò che sta alla base di esse. Solo al livello mentale dell'elaborazione biologica, e alla piena luce della coscienza, ha luogo un'integrazione sufficiente del presente, del passato e del futuro anticipato- [...] La soluzione efficace ai problemi non standard richiede infatti la flessibilità e l'elevato potere di raccolta di informazioni che possono essere offerti dai processi mentali».
[Antonio Damasio, Op. cit., pagg. 216-7]


[In definitiva,] «il fatto che i sentimenti siano eventi mentali è importante per la seguente ragione. Essi ci aiutano a risolvere problemi non standard che implicano creatività, giudizio e processi decisionali, e che richiedono l'esibizione e la manipolazione di grandi quantità di conoscenza».
[Antonio Damasio, Op. cit., pag. 215]

Torna alla pagina principale