SINDROME di COTARD


Raro disturbo di origine neurologica che deve il suo nome al neurologo francese Jules Cotard, che fu il primo a descriverlo. Tale disturbo porta il paziente a credere di essere morto, fino al punto di percepire persino l'odore della propria carne in putrefazione.
Si tratta probabilmente di una forma esasperata della sindrome di Capgras: in questo caso, invece di essere interrotta la connessione tra il centro delle emozioni e l'area del riconoscimento dei volti, sono interrotti con tale centro tutti i collegamenti con gli altri sistemi sensoriali. In tal modo, nulla riesce pił ad avere una qualche rilevanza emotiva per il paziente, al punto che l'unico modo per spiegare razionalmente questa totale assenza di emozioni rimane quello di credere di essere morto.
Nella sindrome di Cotard, il paziente appare totalmente refrattario a qualsiasi obiezione razionale che riguardi la propria convinzione. Egli infatti tenta di dimostrare in ogni maniera la validitą di quanto afferma, arrivando a manipolare e a stravolgere le prove che dimostrano il contrario. La sfera emozionale (ossia lo stato di assenza di emozioni) domina completamente la sua ragione.1

-------------
NOTE
(1) Vilayanur Ramachandran, Che cosa sappiamo della mente, Mondadori, Milano, pag. 96


Cotard/Mindmistery
Pagina dedicata alla sindrome di Cotard.