RICHARD AVENARIUS



VITA
Richard-Henri-Ludwig Avenarius (Parigi, 1843 - Zurigo, 1897) filosofo e psicologo francese, compì gli studi presso l'università di Lipsia, dove insegnò filosofia fino al 1877, anno in cui divenne professore di filosofia induttiva a Zurigo.
Diresse fino alla morte la rivista di filosofia "Wierteljahrsschrift für wissenschaftliche Philosofie".



Avenarius sostiene la necessità di un ritorno all'esperienza pura, che precede la differenza tra realtà psichica e realtà fisica, vale a dire all'esperienza libera da ogni fattore metafisico e da ogni idealismo o materialismo di sorta. Originariamente, infatti, l'esperienza ha la caratteristica di essere unità indifferenziata di pensiero e realtà, di soggetto ed oggetto. La realtà è costituita da un insieme di sensazioni elementari e di relazioni di sensazioni. La distinzione tra pensiero e realtà, tra soggetto e oggetto, è la conseguenza del modo in cui si possono classificare e considerare le sensazioni elementari. Così, dall'unità indifferenziata dell'esperienza, a causa di un processo di "introiezione", di interiorizzazione, nascono le distinzioni dalle quali si origina tutta una serie di problemi fittizi e insolubili, come, ad esempio, il dualismo tra corpo e anima.

[Scheda di Adriano Virgili]

-- La filosofia come pensiero del mondo secondo il principio del minimo sforzo [1876]

-- Critica all'esperienza pura [1888-1890], Laterza, Bari, 1972

-- Concetto umano del mondo [1891]


Aurelio Pelazza, Riccardo Avenarius e l'empiriocriticismo, Bocca, Torino, 1909


Avenarius/Unina
Breve scheda sul pensiero di Avenarius.

Avenarius/Paolomalerba
Breve scheda su Richard Avenarius.